Tartufaiilperugino.it si avvale di cookie tecnici per le finalità illustrate nella privacy policy. Se accedi a un qualunque elemento sottostante acconsenti a utilizzarli.

Associazione Tartufai "Il Perugino"

Fonte http://gazzettadimantova.gelocal.it

A Borgofranco sul Po è tutto pronto per la ventunesima edizione della rassegna che diventa nazionale Carbonara propone nove giornate dedicate all’oro bianco: ecco l’agenda con tutti gli appuntamenti.

 

BORGOFRANCO. Nei giorni 2, 3,4, 9, 10,11, 16,17, 18 e 19 ottobre Borgofranco sul Po rivivrà la 21esima edizione della Fiera nazionale del Tartufo. L’ampia tensostruttura di piazza Malavasi, con più di 600 posti a sedere, ospiterà le migliaia di buongustai (10mila nella scorsa edizione)dei profumati piatti a base di tartufo, il cosiddetto ‘oro bianco’ della zona. A rafforzare l’immagine della Fiera, organizzata dalla Pro Loco, i patrocini dei ministeri Beni Culturali e turismo e delle Politiche agricole e Forestali, del Padiglione Italia Expo Milano 2015 e tanti altri. A corredare il primario richiamo gastronomico, una ricca serie di eventi così programmati. Venerdì 2 ottobre, alle 18, convegno di apertura al Tru.Mu. di Bonizzo. Alle 19.30, nella tensostruttura borgofranchese taglio del nastro della 21esima Fiera nazionale del tartufo con numerose autorità locali, provinciali e regionali. Alle 20, sempre nello stand fieristico, rivisitazione storica medievale per i 900 anni della morte di Matilde di Canossa a cura de “Il Governatore delle Antiche Terre del Gambero” e alle 22 spettacolo di Sand Art sulla storia di Matilde di Canossa.

Domenica 4 alle 10, in piazza Malavasi, dimostrazioni e primo torneo interregionale tiro alla fune su pedana a cura di Asd Taf Ga.Po. Nel centro storico, sempre alle 10, ritrovo vetture Ferrari e non solo, nella terra del tartufo, a cura di Sfc Serravalle a Po e Raduno Interregionale Tandem a cura del Gruppo Festeggiamenti di Gavello.

Sabato 10 alle 10 XX convegno lombardo sul tartufo al Museo di Bonizzo. Domenica 11 nel centro storico borgofranchese e oratorio parrocchiale, mostra e sfilata bici storiche a cura di Bruno Ferrari. Domenica 18, dietro al Comune di Borgofranco (a partire dalle 8 di sabato 17 fino alle 12 di domenica 18) “Onda 2015” simulazione di soccorso in una piena del fiume Po di Protezione Civile a cura di Delta Gvi di Borgofranco.

Sempre domenica 18, mostra di bici storiche da lavoro, a cura di Bruno Ferrari, alle 10 nell’oratorio parrocchiale e nel centro storico, dalle 10 alle 18, secondo raduno auto storiche Tuberfood in collaborazione con Club Auto Moto Storiche 8volante. In zona Bancare area camper attrezzata e gratuita.

Nelle domeniche 4, 11 e 18 ottobre noleggio gratuito delle biciclette dell’Associazione Strada del Tartufo Mantovano per scoprire le bellezze del territorio attraverso le ciclopiste e inoltre dimostrazioni di cani per ricerca del tartufo al parco Casari, a cura dell’Associazione Trifulin Mantuan. Durante il periodo fieristico sono aperti il Museo del Tartufo e l’antico Mulino Preti di Bonizzo. Infine l’orario di apertura dello stand gastronomico (coperto e riscaldato)è alle 19.30, la domenica anche alle 12

CARBONARA. Se Borgofranco sul Po, tra la ristretta ed eletta schiera delle “Città del Tartufo” italiane, vanta la primoge nitura in fatto di specifiche fiere del tartufo (21 edizioni, dal 2015 col prestigioso titolo di fiera nazionale) la Tartufesta di Carbonara di Po con le sue 18 edizioni e con successi annuali, ha saputo conquistarsi una sua identità e notorietà nel panorama della gastronomia tartufigena. La Pro Loco carbonarese, in collaborazione con il Comune, ha varato il calendario della Tartufesta che si colloca tra fine ottobre e primi di novembre. Precisamente il 24, 25, 30 e 31 ottobre e l’1, 5, 6, 7 e 8 novembre, otto giorni per frequentare l’accogliente e riscaldato Palatartufo di Piazza Primo Maggio, con 600 posti a sedere per gustare un variegato menù di antipasti, primi, secondi e dolci preparati esclusivamente con tartufo bianco come informa la campagna pubblicitaria della festa.

Una festa che punta molto anche sulle prenotazioni, acquisite attraverso presenze con stand a importanti manifestazioni come ad esempio il Misen di Ferrara. Ogni sera, per arricchire l’immagine della kermesse gastronomica, sono presenti stand espositivi e commerciali di prodotti tipici locali e stand di vendita diretta tartufo e prodotti al tartufo.

LE ALTRE TAPPE. La Strada del Tartufo Mantovano, con Consorzio Oltrepò Mantovano e la Provincia, ha tracciato poi un percorso tra le feste del tartufo 2015 che si snoda, cronologicamente, tra Sermide, San Giovanni del Dosso, Felonica, Poggio Rusco, Revere, Borgofranco sul Po, Carbonara di Po, Pieve di Coriano, Magnacavallo, Villa Poma, Quingentole e Schivenoglia. I primi tre di questi dodici appuntamenti sono già stati archi viati con le feste del 12 e 13 settembre a Sermide (“Tartufo in Villa”), a San Giovanni del Dosso (“A tavola con Dosso Dossi”). e con la festa di Felonica, sabato e ieri a Palazzo Cavriani, nella piazza Municipio. Una Festa del Tartufo con integrazione del famoso “tirot” locale (presidio slow-food).

Anche a Poggio Rusco i buongustai hanno già potuto assaggiare i piatti, nel fine settimana. Ma c’è tempo anche oggi e domani, in occasione della storica Fiera settembrina allo stand gastronomico di piazza Primo Maggio. “Poggio al tartufo” il nome dell’evento. Info339.1757044 e 338.1146637.

Revere: 24, 25, 26 (cena) e 27 (pranzo e cena) settembre, promozione enogastronomica con valorizzazione di produzioni tipiche locali con la festa “Tartufo a Palazzo” in piazza Castello di fronte a Palazzo Ducale e Torre civica. Evento in collaborazione con il ristorante Il Tartufo. Info 342.1488696. A Pieve di Coriano il 14 (cena) e il 15 (pranzo) novembre nella sala civica Sandro Pertini c’è l’evento “Profumo di tartufo nella Pieve” con l’intento di valorizzare e promuovere i prodotti tipici del territorio. Info 0386. 39131 – 340.5999252 – 347.5617560. Magnacavallo: il 21 (cena) e 22 (pranzo) novembre “Magnatartufo” evento organizzato in collaborazione con il Circolo Ricreativo Bonizzese al Centro Polivalente Pertini. Info: 0386-55518 e 0386-41833. A Villa Poma il 28 (cena) e il 29 (pranzo) novembre c’è la manifestazione denominata “Scaglie di tartufo” nella sala civica di Via Arvati. Info 0386-864206 int. 4 e 7 – 349-7328484. Quingentole: il 6 (pranzo) il 7 (cena) e l’8 (pranzo) dicembre con la quinta edizione di “TartufArt” degustazione culinaria e artistica con i frutti della raccolta stagionale, nella cornice di Corte Breda, antica sede delle scuderie della Villa dei Vescovi di Mantova