Tartufaiilperugino.it si avvale di cookie tecnici per le finalità illustrate nella privacy policy. Se accedi a un qualunque elemento sottostante acconsenti a utilizzarli.

Associazione Tartufai "Il Perugino"

Rassegna stampa - le ultime notizie

 

Le ultime notizie!

locandina gara canitartufo 2015

Facebook logoL'evento del 5 Luglio 2015 è stato pubblicato anche sulla piattaforma facebook. Partecipate numerosi.

Cliccate sul link  partecipate e condividete l'evento.

 

In allegato l'articolo di "Umbria24" del 12 Giugno 2015

20150612 art U24

Allegati:
Scarica questo file (20150612 - art U24.jpg)Articolo di quotidiano[formato jpg]187 kB

Fonte http://www.sermidiana.com

strdeltartufo

Sabato 10 al TRU.MU di Bonizzo è stato presentato il nuovo calendario e il progetto della Strada del tartufo, che è un'associazione che raccoglie ben 14 Comuni (Borgofranco sul Po, Carbonara di Po, Felonica, Magnacavallo, Pieve di Coriano, Poggio Rusco, Quingentole, Quistello, Revere, San Giacomo delle Segnate, San Giovanni del Dosso, Schivenoglia, Sermide, Villa Poma), e che si occupa della promozione e valorizzazione del territorio del basso mantovano esaltandone una propria peculiarità: il tartufo bianco. Quasi tutti i Comuni, attraverso sagre e manifestazioni di vario tipo sono impegnati, almeno una volta all'anno, nel fare assaggiare il prezioso fungo ipogeo che viene raccolto direttamente dai "trifulin mantuan" aiutati dai loro fedeli ed inseparabili amici a quattro zampe.

Leggi tutto: STRADA DEL TARTUFO: presentato il progetto e il nuovo calendario 

fonte saperefood.it

Cose Buone dal Bosco , la rubrica di Gabriella Di Massimo

Sono 6.000 i cercatori muniti di tesserino che immettono sul mercato locale e nazionale il prezioso prodotto  

 

di Gabriella Di Massimo – Agronomo, ricercatrice a contratto presso il CNR

L’Umbria ha un cuore nascosto, prezioso e profumato: Tuber melanosporum Vittad. Il suo nome commerciale è Tartufo Nero di Norcia e di Spoleto (L.Q. 752/85), così le nostre due splendide città sono conosciute a livello internazionale, al pari del Périgord francese, per essere la patria del diamante nero della cucina. In realtà cresce anche nei comuni di Assisi, Arrone, Campello sul Clitunno, Cascia, Castel Ritaldi, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Giano dell’Umbria, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Stroncone, Vallo di Nera e in tutte le zone con terreno idoneo.  

Leggi tutto: Tuber Melanosporum Vittad, sulle tavole umbre dal XIV secolo

Interessante articolo de Il Messaggero del 5 Gennaio 2015.

20150105 - art Il Messaggero

Allegati:
Scarica questo file (20150105 - art Il Messaggero.jpg)Articolo de il Messaggero[Formato jpg]336 kB